Twitter

✅ GRAZIE DI CUORE!
Che emozione amici: più di 70 mila voti!
Sono stata rieletta in Europa con un risultato straordinario. Sono risultata la più votata in Italia dopo Vannacci nella Lega, prima donna in assoluto.
Ho nettamente aumentato i voti rispetto a 5 anni fa.
Un risultato

✅ 8 e 9 GIUGNO - ❌ VOTA LEGA - ✍️ SCRIVI SARDONE
➡️ È IL MOMENTO DI LOTTARE, CON GRINTA E PASSIONE!
Avanti insieme, per cambiare un'Europa lontana dalle esigenze dei cittadini.
Puoi votarmi in Lombardia, Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.
🟦 Ricorda: barra il simbolo LEGA e

In questi anni sono stata in prima linea a Bruxelles per difendere gli interessi dell'Italia con una forte attività parlamentare senza mai dimenticare il territorio.
L'8 e il 9 giugno si decide il futuro dell'Europa, dobbiamo cambiarla insieme, scegli chi è sempre stata al vostro

Load More

Il Governo ha perso tempo su banchi a rotelle e monopattini

23 Ottobre 2020

La seconda ondata è ormai una triste realtà e alcune regioni già hanno i reparti di terapia intensiva in difficoltà. Per esempio la Campania ha meno di 30 posti disponibili nelle terapie intensive e purtroppo rischia di non averne liberi a breve.

In questo contesto il Governo dovrebbe chiedere scusa agli italiani.

A maggio il commissario Arcuri e il ministro Speranza dissero al Paese che nell’ottica di evitare una seconda ondata avrebbero ampliato di 3.443 posti le terapie intensive in tutto il Paese.

Come è noto, infatti, le terapie sono troppo poche e mal equipaggiate per far fronte al fabbisogno di tutti i cittadini che hanno necessità di assistenza respiratoria.

Peccato che il bando di gara sia stato fatto da Arcuri il 1 ottobre, con l’Italia già avviata alla nuova serie di contagi.

La verità è che siamo in un ritardo spaventoso e le terapie intensive necessarie arriveranno tra mesi e mesi. Conte o almeno Arcuri dovrebbero chiedere scusa perché questo clamoroso ritardo è figlio di responsabilità chiare!

Arcuri è ormai un maestro di disastri.  Per esempio, una volta nominato, non è riuscito a procurarci in tempo nulla di quello che ci serviva, né camici per medici né respiratori. Inoltre ha fatto partire la gara per i test rapidi solo a fine settembre.

Sulle mascherine ha perso tempo per mesi senza dimenticare che aveva promesso che sarebbero state prodotte tutte in Italia e invece continuiamo a importarle dalla Cina, molte delle quali senza il marchio di sicurezza della Unione Europea. E che dire dei famosi banchi a rotelle che dovevano essere tutti in aula l’8 settembre e che in molte scuole non ci sono ancora?

Insomma il Paese è in emergenza ma siamo francamente stanchi di un Governo che ha perso tempo dietro ai banchi a rotelle e ai monopattini e non ha pensato agli ospedali e ai trasporti pubblici.

Gli italiani sono, inoltre, stufi di dover subire lo scaricabarile del Governo che colpevolizza tutti noi per l’epidemia e nulla dice dei ritardi e degli errori sempre più evidenti!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi