Twitter

Twitter feed is not available at the moment.

ItaliaIl Governo ha perso tempo su banchi a rotelle e monopattini

23 Ottobre 2020
https://silviasardone.it/wp-content/uploads/2020/11/banchi-a-rotelle.png

La seconda ondata è ormai una triste realtà e alcune regioni già hanno i reparti di terapia intensiva in difficoltà. Per esempio la Campania ha meno di 30 posti disponibili nelle terapie intensive e purtroppo rischia di non averne liberi a breve.

In questo contesto il Governo dovrebbe chiedere scusa agli italiani.

A maggio il commissario Arcuri e il ministro Speranza dissero al Paese che nell’ottica di evitare una seconda ondata avrebbero ampliato di 3.443 posti le terapie intensive in tutto il Paese.

Come è noto, infatti, le terapie sono troppo poche e mal equipaggiate per far fronte al fabbisogno di tutti i cittadini che hanno necessità di assistenza respiratoria.

Peccato che il bando di gara sia stato fatto da Arcuri il 1 ottobre, con l’Italia già avviata alla nuova serie di contagi.

La verità è che siamo in un ritardo spaventoso e le terapie intensive necessarie arriveranno tra mesi e mesi. Conte o almeno Arcuri dovrebbero chiedere scusa perché questo clamoroso ritardo è figlio di responsabilità chiare!

Arcuri è ormai un maestro di disastri.  Per esempio, una volta nominato, non è riuscito a procurarci in tempo nulla di quello che ci serviva, né camici per medici né respiratori. Inoltre ha fatto partire la gara per i test rapidi solo a fine settembre.

Sulle mascherine ha perso tempo per mesi senza dimenticare che aveva promesso che sarebbero state prodotte tutte in Italia e invece continuiamo a importarle dalla Cina, molte delle quali senza il marchio di sicurezza della Unione Europea. E che dire dei famosi banchi a rotelle che dovevano essere tutti in aula l’8 settembre e che in molte scuole non ci sono ancora?

Insomma il Paese è in emergenza ma siamo francamente stanchi di un Governo che ha perso tempo dietro ai banchi a rotelle e ai monopattini e non ha pensato agli ospedali e ai trasporti pubblici.

Gli italiani sono, inoltre, stufi di dover subire lo scaricabarile del Governo che colpevolizza tutti noi per l’epidemia e nulla dice dei ritardi e degli errori sempre più evidenti!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi